Secondo gli scienziati alimentari dell’Univeristà di Ricerca di Penn State, il tè verde contiene un composto chiamato epigallocatechina-3-gallato – EGCG, il maggiore polifenolo presente nel tè verde, che può innescare un ciclo, il quale ha la capacità di uccidere le cellule del cancro orale.

Gli studi su questo composto hanno dimostrato che il polifenolo in questione è in grado di uccidere le cellule del cancro orale senza danneggiare le cellule normali. I ricercatori hanno proseguito le loro ricerche, poiché inizialmente non comprendevano come questo composto potesse focalizzarsi solamente sulle cellule tumorali. Gli attuali studi dimostrano che l’EGCG può innescare un processo nei mitocondri che porta alla morte delle cellule.

Fondamentalmente, l’EGCG causa la formazione di specie reattive dell’ossigeno nelle cellule tumorali, che danneggiano i mitocondri, la cui risposta è quella di rendere più reattive le specie di ossigeno. Mentre questo processo continua, le cellule tumorali riducono l’espressione dei geni antiossidanti, abbassando la loro difesa. L’EGCG non causa invece questa reazione nelle cellule normali. In realtà sembra invece aumentare le capacità protettiva della cellula, come accertato dai ricercatori, che riportano i loro risultati nella ricerca online di Molecular Nutrition and Food Research.

Secondo i ricercatori, una proteina chiamata sirtuin 3 – SIRT3 – gioca un ruolo fondamentale in questo processo, dal momento che svolge un ruolo importante nella funzione mitocondriale e nella risposta antiossidante in molti tessuti del corpo. I ricercatori infatti ritengono che l’EGCG possa influenzare selettivamente l’attività di questa proteina nelle cellule tumorali proprio per disattivarla, mentre è in grado di accenderla nelle cellule normali.

Diversi studi sono stati condotti su cellule tumorali orali in coltura ed il passo successivo è lo studio del meccanismo negli animali. Se questi test avranno successo, i ricercatori sono ottimisti sul fatto di potrebbero essere in grado di creare trattamenti anti-cancro efficaci quanto gli attuali trattamenti ma senza apportare chiaramente i noti effetti collaterali che abbiamo oggi, specialmente con i farmaci chemioterapici.

Possiamo senza alcun dubbio affermare che questo è un altro successo per ricercatori ed i terapisti nutrizionali!

2 Commenti

Lascia un commento